Nel Regno dei Funghi dal 2011
Inazuma Eleven GO Chrono Stones: Fiamma - Recensione.

Inazuma Eleven GO Chrono Stones: Fiamma - Recensione.

Dopo un'attesa durata più di due anni finalmente i due Inazuma Eleven GO: Chrono Stones sono arrivati anche qui in Italia. Varrà la pena di seguire le nuove avventure di Arion e dei suoi amici? Lo scoprirete leggendo la recensione che segue.

ELIMINARE IL CALCIO!?
Cosa provereste se, dopo esser riusciti a comunicare la vostra più grande passione al mondo intero, scopriste un bel giorno, magari tornati dalle vacanze, che quest'ultima è completamente svanita?
Difficile a credersi, ma è proprio con questo spiazzante incipit che il nuovo capitolo della serie Inazuma Eleven rompe il ghiaccio.
Ovviamente questa strana situazione non viene a crearsi dal nulla: c'è un'organizzazione proveniente dal futuro dietro tutto ciò, chiamata Protocollo Omega.
Compito di questa malvagia setta è nientepopodimeno quello di eliminare completamente il calcio dalla faccia della Terra, per motivi misteriosi, i quali verranno snocciolati lentamente durante lo svolgimento della storia.
Per raggiungere quest'obbiettivo la Protocollo Omega ingaggerà una squadra di viaggiatori nel tempo, che dovranno eliminare la passione del calcio da tutte le persone esistenti, modificando i loro ricordi più remoti.
Inutile spiegare la sorpresa di Arion Sherwind quando, tornato alla Raimon Junor High dopo le vacanze, scoprirà di essere l'unico a non aver ancora subito il processo.
Alpha - capitano della squadra ingaggiata dal Protocollo Omega - tenterà di modificare il ricordo che lega Arion al calcio, ma verrà fermato da un nuovo personaggio, di nome Fey Rune, venuto anch'esso dal futuro per evitare l'eliminazione del calcio.
Da qui Arion e Fey, accompagnati dall'orso-automa Clak von Wunderbar, si lanceranno in un viaggio nel tempo mozzafiato per aggiustare tutte le modifiche effettuate dalla Protocollo Omega.
Diciamocelo: la trama di questo nuovo Inazuma potrà risultare caotica e visionaria, ma in definitiva sarà piacevole seguire le nuove avventure di Arion, tenendo conto anche della notevole scorrevolezza con la quale la storia verrà raccontata e dagli ottimi doppiaggi.

TRIBUNA D'ONORE
Per quanto riguarda il comparto tecnico, il nuovo capitolo di Inazuma si presenta al meglio, con un effetto 3D tra i migliori sulla piazza, doppiaggio completo ed impeccabile e grafica davvero ben curata, con fantastiche animazioni di gioco, ambienti pieni di dettagli ed un ottimo cell-shading.
Tuttavia in questi campi le differenze con i capitoli precedenti non sono moltissime: i maggiori cambiamenti sono relativi ad interfaccia e campi di gioco, ma non aspettatevi di certo una rivoluzione - non che fosse necessaria -.

L'IBRIDO CHE CI PIACE, MA CON UNA MARCIA IN PIU'
Il gameplay della serie Inazuma Eleven si è sempre discostato da qualsiasi action RPG e/o gioco calcistico sul mercato, riuscendo a fondere sapientemente la componente tattico/manageriale con quella simulativo/realistica, e questo titolo non fa eccezione: è stata addirittura aggiunta una buona quantità di migliorie ed innovazioni, forse addirittura troppe. Ma vediamole un po' più nel dettaglio.
Per prima cosa, gli Spiriti Guerrieri dei calciatori più abili potranno trasformarsi in un'armatura speciale che, una volta indossata, fornirà una grande quantità di benefits ed abilità per un tempo limitato; inoltre è stata introdotta la modalità Miximax, che permetterà di fondere le auree di due personaggi. Il risultato di questa fusione sarà un atleta ovviamente più forte, unico per quanto riguarda aspetto e statistiche.
Ma le novità non finiscono qui: sarà possibile persino
Dulcis in fundo, è stato migliorato anche il sistema di attacco/difesa: quando incontreremo un giocatore sulla nostra strada, invece di scegliere il tipo di attacco o contrasto sullo schermo di gioco - che, lo dico per i neofiti, nel corso delle partite sarà sempre quello inferiore, poiché nel superiore verranno visualizzati quick time event ed animazioni delle mosse -, potremo decidere se muoverci verso destra o sinistra. Il resto verrà deciso dalle abilità del giocatore che controlleremo condite da un pizzico di fortuna.
Il risultato di tutti questi nuovi ingredienti è un gameplay molto più tattico e strategico: non sarà facile gestire con la giusta oculatezza i punti abilità di ogni singolo personaggio simultaneamente, e ciò rende questo capitolo più cervellotico e macchinoso rispetto ai predecessori. Ma non lasciatevi spaventare da questi paroloni: basterà un po' d'impegno, soprattutto nelle prime ore di gioco, per avere una buona padronanza con le nuove meccaniche.
Tecnicismi a parte, ci troviamo davanti ad un sistema di gioco davvero solido e scorrevole; inoltre l'impiego del touch-screen è davvero ottimale, e ciò renderà la nostra esperienza di gioco coinvolgente e completa.

GIOCO DI SQUADRA
Ovviamente saranno presenti, nel corso della storia, numerosissimi personaggi secondari che potremo convincere ad entrare nella nostra squadra tramite punti carisma e/o collezionando oggetti e 'tematiche di conversazione' - ottenibili chiacchierando in giro -.
Non sarà facile portare dalla nostra i più forti, e questo fattore dà di certo uno spessore in più alla sezione 'team building', la quale ricopre un ruolo molto importante.
Davvero ben studiata è anche la modalità amichevole, che sarà disponibile a partire un certo punto della storia: potremo così testare tattiche, giocatori e schemi diversi; inoltre completando i vari livelli disponibili potremo ottenere oggetti davvero utili.

SEMPRE LA STESSA MINESTRA?
In questo paragrafo vorrei rispondere a quella che è probabilmente la domanda che affligge la maggior parte dei veterani: Inazuma Eleven GO: Chrono Stones è la solita minestra in stile Inazuma, magari con gli ingredienti della trama leggermente diversi?
Beh, di certo lo stile di gioco non ha subito cambi radicali - e ciò è dovuto anche al fatto che stiamo parlando di una saga con delle meccaniche di gioco ben consolidate -, ma le novità introdotte rendono il titolo diverso dai suoi predecessori, provare per credere.
Per chi si stesse chiedendo invece quali siano le differenze tra la versione Fiamma e quella Tuono, quest'ultime possono essere riscontrate solo in alcuni atleti ingaggiabili, eventi ed oggetti.

CONCLUSIONI

Inazuma Eleven GO: Chrono Stones Fiamma è un RPG unico, che saprà coinvolgervi attravaerso una trama davvero strampalata e delle meccaniche che cambieranno in maniera decisiva il gameplay, rendendolo più cervellotico, ma senza rinunciare alla leva sull'intuitività del giocatore.
Inoltre, per quanto riguarda livello tecnico, il titolo può essere senza problemi giudicato impeccabile: il doppiaggio - disponibile anche in italiano - è di ottima fattura, come d'altra parte l'interfaccia grafica e le ambientazioni, per non parlare delle musiche sempre azzeccate.
Un acquisto consigliato a tutti i fan della saga, ma anche a chi non ha mai giocato ad un titolo precedente della serie ma ha intenzione di provare un RPG diverso in tutto e per tutto da quelli che si trovano sul mercato.

Inazuma Eleven GO: Chrono Stones Fiamma è #InDueParole:

- UNICO, perché si discosta sia dallo stile di qualsiasi RPG esistente, sia, a modo suo, da quello dei vecchi titoli della serie Inazuma Eleven;
- SFOLGORANTE, in quanto sia la trama che lo stile di gioco riescono sempre a tenere alta l'attenzione del giocatore, e le nuove meccaniche danno un'ondata di freschezza che di sicuro piacerà ai veterani.

VOTO 8.0


PRO:
- trama scorrevole e coinvolgente...;
- una buona quantità di innovazioni che rinfrescano il gameplay;
- comparto tecnico davvero eccellente.

CONTRO:
- ...ma un po' troppo visionaria;
- difficoltà altalenante.

Nessun commento:

Amazon Logo The Legend of Zelda: Tears of the Kingdom
52,99 €
Amazon Logo Everybody 1-2 Switch
24,90€
Amazon Logo Super Mario Wonder
54,99 €
Amazon Logo Minecraft Switch Edition
33,49€
Offerte di Novembre 2023.
© 2011- Nintendo Galaxy. Tutti i Diritti Riservati. Il sito non è affiliato con Nintendo.
Il sito è protetto da Creative Commons. Attribuzione 3.0 Unported.
COOKIE & PRIVACY POLICY