Logo Nintendo Galaxy

Perché giocare a The Legend of Zelda su Nintendo Switch.

Conosciamo bene la fama di questa saga, ma è sempre bello ripercorrere le ragioni per cui Zelda è davvero un'esperienza unica nel suo genere.

Leggi l'Articolo
Shovel Knight - Recensione.

Shovel Knight - Recensione.

Oggi parleremo di un titolo unico nella storia dei videogiochi, che azzera volutamente qualsiasi aspettativa 'estetica' per spiazzare con la sua ironia e creare, attraverso un game design impeccabile, un'atmosfera a dir poco perfetta, che manca a molti giochi moderni.
Mi riferisco a Shovel Knight, che da poco è approdato sull'eshop di Wii U e 3DS, dopo aver debuttato su PC a fine giugno di quest'anno. La versione testata è quella per la console casalinga Nintendo, ma vi posso assicurare che le differenze - data l'insignificante richiesta al livello di hardware - sono minime, e si riferiscono principalmente a piccoli dettagli.
Detto ciò, entriamo nel vivo di questa recensione: è mio dovere spiegarvi analiticamente quanto detto nelle righe precedenti.

DIVERTIMENTO, CITAZIONI ED IRONIA... CON LA PALA!
La trama di Shovel Knight, come d'altra parte i personaggi principali e secondari, è volutamente ironica e strampalata, e capovolge completamente i canoni di classici del calibro di "The Legend of Zelda" e "Super Mario Bros.", prendendo spunto da altri come "Ghost N' Goblins" e via dicendo.
La storia inizia quando Shield Knight, fedele compagna di avventure di Shovel Knight, si perde in una misteriosa torre. La torre rimane sigillata per un lungo tempo, e quando si sentono voci riguardo la sua riapertura, che ha causato anche l'invasione  del regno fino ad allora pacifico da parte di strane creature, il prode cavaliere decide di intervenire senza battere ciglio.
Ovviamente la strada per la suddetta torre sarà lunga e cosparsa di temibili nemici, ma il nostro Shovel Knight sarà pronto ad affrontarla con la sua amata arma... una pala!
Sì, avete capito bene: durante tutti i livelli del gioco, l'unica arma disponibile, che darà, tra l'altro, anche il nome al nostro protagonista ('shield' in inglese significa appunto 'pala'), sarà una semplice pala, con la quale dovremo scavare le tombe dei nostri nemici.

IL GIUSTO EQUILIBRIO TRA SFIDA E COMICITA'
Il level design, come detto in precedenza, è fantastico. Questo perché la collocazione dei collezionabili non è né troppo misteriosa né ovvia, i nemici sono piazzati in maniera strategica, ma non eccessivamente cattiva, ed i checkpoints sono "infrangibili". E quando dico "infrangibili" non scherzo: una volta arrivati ad un punto di controllo potremo scegliere se lasciarlo lì dov'è, permettendogli di svolgere il suo normale funzionamento, o di distruggerlo, razziandone il prezioso contenuto, senza però poter rinascerci in caso di morte. Ci ritroveremo quindi molto spesso di fronte alla scelta di osare o di sentirci al sicuro avendo un punto di rinascita.
Beh, come si dice "audantes fortuna iuvat", ma potrebbe essere sempre così... A voi la scelta.

I SOLDI NON SONO TUTTO... O FORSE SI?
Come nei Dark Souls e nel loro predecessore spirituale Demon's Souls, quando moriremo in Shovel Knight, invece di perdere una vita in stile '1-UP' di Super Mario, lasceremo cadere tre sacchetti di monete, il cui valore dipenderà dall'oro che abbiamo appresso: dovremo fare molta attenzione a recuperarli, perché in Shovel Knight l'oro è molto utile per acquistare numerosi potenziamenti ed armature!

NUOVE ARMONIE, IN STILE 8 BIT OVVIAMENTE.
La colonna sonora di Shovel Knight è particolarmente piacevole. Questo perché, pur essendo come il gioco a tema '8 bit', riesce comunque a creare sonorità nuove ed interessanti, con una strumentazione che ovviamente è superiore a quella degli anni ottanta. In conclusione, le musiche sono ciò che distanziano maggiormente il titolo da qualsiasi gioco dell'era del NES.

GIA' FINITO?
La storia principale di Shovel Knight non è per niente longeva: pensate che esiste un achievement che prevede di concluderla in poco meno di un'ora! Ovviamente  il suddetto obbiettivo è dedicato ai gamers più esperti, che avranno terminato sicuramente almeno una volta il gioco, morendo un centinaio di volte.
Detto questo, l'aspetto 'longevità' è un po' spinoso da trattare: achievements a parte, la conclusione dei livelli principali ci terrà occupati per circa cinque o sei ore, dopodiché è presente l'ormai consueta opzione 'new game plus', che ci permetterà di ricominciare tutto daccapo conservando statistiche e potenziamenti.
Nonostante ciò il titolo propone una serie quasi interminabile di sfide nella sezione 'trofei' - che equivalgono ai classici achievements -, da quelli più semplici e legati alla trama, a quelli più strampalati, fino ad arrivare a sfide che solo i giocatori più esperti e skillati potranno affrontare.
Ovviamente stiamo parlando di obbiettivi secondari, che servono a dare nuova vita ad un gioco che sennò morirebbe dopo quelle cinque o sei ore. La cosa purtroppo non riesce propriamente nel suo intento, e monotonia e frustrazione rischia di prendere il sopravvento se non si è particolarmente motivati a completare il gioco al 100%.

CONCLUSIONI
In definitiva Shovel Knight è un gioco brillante, che vanta un gameplay arricchito notevolmente dall'eccezionale level design, pieno di citazioni e di un senso dell'ironia davvero ben riuscito.
Sono passati molti anni dall'avvento dei primi videogiochi, ma purtroppo il progresso di questa forma d'arte non è stato costante: l'avanzata dell'hardware sta sempre più deviando gli sviluppatori verso il 'lato tecnico', e spesso ci si dimentica che per far divertire un giocatore e per trasmettergli un messaggio l'estetica serve a ben poco. La grafica è una mera cornice, ma la cosa importante è ciò che racchiude, ed è questo probabilmente quello che i ragazzi del Yacht Club Games vogliono dirci: Shovel Knight esorcizza il lato oscuro di questa next-gen, e riesce inconsciamente a fondere presente e passato, creando un'atmosfera perfetta per il divertimento.

Per dirla #InDueParoleShovel Knight è:
- UNICO, perché non si era mai visto un gioco così. Sì, piattaforme come Steam sono sature di titoli indie che fanno leva sulla nostalgia di certi giocatori, ma l'obbiettivo di Shovel Knight è tutt'altro, e le trovate originali degli sviluppatori lo rendono un titolo più unico che raro;
- STRAMPALATO. Shovel Knight è uno delle poche produzioni d'intrattenimento moderne che riesce ad essere sia ironico che comico, senza cadere nel volgare. Questa, per me, è l'esatta definizione di 'strampalato'.
NOVE PUNTO ZEROSU 10

PREGI 
- riesce ad innovare pur essendo ad 8 bit;
- level design superbo;
- numerose sfide secondarie;
- ironia e citazioni a palate;
- divertimento assicurato;

DIFETTI
- storia principale poco longeva;
- si rischia di cadere nella monotonia nel new game +.

Nessun commento:

COMPRA CON NOI

The Legend of Zelda: Tears of the Kingdom

Per ogni copia acquistata con questo link contribuirai a tenere vivo il progetto Nintendo Galaxy.

Ti ringraziamo per il supporto.

Acquista Ora