Logo Nintendo Galaxy

Perché giocare a The Legend of Zelda su Nintendo Switch.

Conosciamo bene la fama di questa saga, ma è sempre bello ripercorrere le ragioni per cui Zelda è davvero un'esperienza unica nel suo genere.

Leggi l'Articolo
Anteprima: Mario Tennis Open.

Anteprima: Mario Tennis Open.


Sono veramente molti i titoli che vedono Mario impegnato in varie discipline sportive. Proprio Mario Tennis è stata una delle saghe più amate dell’eroe baffuto,  già presente nel Nintendo 64 e nel Game Cube. Finalmente, dopo molto tempo, un nuovo capitolo della serie uscirà il 25 maggio su Nintendo 3DS, con Mario Tennis Open!


  • Introduzione
Anche trovandosi su una console portatile, non c’è da stupirsi se l’esperienza di gioco sarà del tutto simile a quelle passate.  Comunque, come accade per la maggior parte dei titoli Nintendo, lo scopo principale è solo uno: divertire. Il gameplay è al centro di tutto. L’azione è quindi focalizzata sulle improbabili partite disputate dai bizzarri personaggi del Regno dei Funghi. Proprio come ai vecchi tempi, i match non avranno sicuramente perso il loro ritmo veloce, leggero, “colorato” e frenetico, così tanto divertente e entusiasmante per il giocatore. È infatti mettendo da parte il realismo, tanto giustamente ricercato dai videogiochi simulativi, che Mario Tennis riesce a mostrare una personalità spiccata e un’atmosfera irreale, scanzonata ma, proprio per questo, capace di catturare, immergere ed appagare l’utente in modo più che soddisfacente.
Il sistema di controllo apparirà classico, basato sui tasti per eseguire le diverse tecniche con cui colpire la pallina da tennis. I giocatori più tradizionalisti ritroveranno quindi il giusto feeling con il titolo, mentre quelli più curiosi potranno optare per le creative possibilità offerte dall’uso del touch-screen. Sullo schermo appariranno infatti delle icone colorate da toccare per compiere l’azione corrispondente, altrimenti adibite ai pulsanti.
Un’altra interessante caratteristica risiederà nell’utilizzo, del tutto facoltativo, dei giroscopi della console. Così facendo la visuale si sposterà dietro al nostro alter-ego e potremo indirizzare la palla semplicemente muovendo il 3DS, inquadrando nell'angolazione desiderata il campo. Una soluzione, e lo stesso vale per il sistema basato sullo schermo tattile, difficile da valutare. Bisogna anche dire che, probabilmente a causa di ingestibili problemi tecnici, se si sceglierà di affidarsi ai sensori di movimento, il gioco disattiverà automaticamente l’effetto del 3D.


  • Divertenti Alternative
All’infuori della modalità principale, Mario Tennis Open presenterà anche alcune attività secondarie a cui dedicarsi. In modo particolare sarà presente una sezione tutta dedicata a dei divertenti minigiochi di vario genere. Sostanzialmente si tratterà di sfide di abilità, sempre ben accette per mettere alla prova la propria bravura, oltre che utili a rendere l’offerta complessiva più ampia e longeva (Per citarne alcuni, ci sarà il “Super Mario Tennis” e il “Tiro agli anelli”). Personalizzabili con divise sportive, poi, i Mii creati, utilizzabili a fianco degli immancabili personaggi della saga. Ovviamente, non mancherà nemmeno il multiplayer online e locale, con cui giocare con sino a quattro amici in partite che si dimostreranno indubbiamente entusiasmanti e stimolanti.
Da segnalare, infine, la presenza di colpi speciali effettuabili solamente in determinate zone del campo, mentre sembra certa l’assenza (a detta di alcuni, ingiustificata)dei cosiddetti super-colpi, tanto vigenti nel capitolo per Nintendo GameCube.


  • Grafica
Come da consuetudine, anche questo Mario Tennis Open appare un titolo decisamente curato tecnicamente ma, soprattutto, dal punto di vista grafico. La scelta dei colori è infatti sempre vivace, energica, da sola in grado di portare il giocatore nella condizione ideale con cui affrontare l’esperienza e i diversi stadi in cui vengono piazzati i campi da gioco appaiono caratterizzati da un’adeguata atmosfera. Al solito stile Nintendo, ricco di effetti speciali e animazioni fluide, dunque, abbiamo in aggiunta un 3D stereoscopico che dovrebbe dimostrarsi all’altezza delle aspettative, valorizzando adeguatamente gli elementi grafici e la profondità visiva.


  • Conclusione
Pur mancando di importanti elementi innovativi, i numerosi anni di assenza faranno amare questo Mario Tennis come i precedenti. Da non perdere assolutamente se si è fan della serie, anche perché i personaggi, a quanto sembra, saranno piuttosto numerosi (alcuni di quelli segreti, infatti, vi sorprenderanno). E poi, rimane da dire, che, anche con i suoi difetti, Mario porta con sé sempre qualcosa di unico; un esperienza fresca, brillante e, soprattutto, divertente, che non deve mancare nella vostra collezione.

Nessun commento:

COMPRA CON NOI

The Legend of Zelda: Tears of the Kingdom

Per ogni copia acquistata con questo link contribuirai a tenere vivo il progetto Nintendo Galaxy.

Ti ringraziamo per il supporto.

Acquista Ora